Compra!!!

Dove ci stanno portando? In che modo ci hanno reso così schiavi ed automi? Vi sembrano parole forti: schiavitù ed apatia politica? Eppure noi non siamo né cittadini e né civili poiché non siamo stati capaci di opporre resistenza al regime dell’avidità psicoprogrammata, e non siamo stati capaci, finora, di progettare un mondo diverso da quello che stiamo subendo. Eppure il potere dell’élite si basa “solo” sul potere psicologico che esercita su di noi attraverso lo strumento della moneta debito e del lavoro (schiavitù).

Allora, ripeto la domanda: in che modo ci hanno reso così schiavi ed automi? Sono certo che ognuno di noi saprebbe dare una risposta, una sua verità.

E sono certo che alcuni di voi stanno pensando: molti non sanno di esser schiavi poiché credono di essere felici acquistando l’auto nuova, o andando in vacanza al mare, poi col trascorrere degli anni, chiusi nella propria stanza si guardano intorno e lasciano montare un senso di insoddisfazione, di noia, ed a volte di paranoia. Ora si avvicina il periodo natalizio e le famiglie affogheranno i bisogni insoddisfatti nell’acquisto compulsivo di merce inutile, a volte tossica, per riempire un senso di vuoto che tornerà il giorno dopo la fine delle vacanze. Che dire, siamo praticamente psico-programmati dall’ambiente, inteso come società, stili di vita, amicizie, lavoro, amori e soprattutto circondati da ordini e direttive comportamentali indotte dalla comunicazione commerciale dei media. La tristezza è che molti si accorgono di questi messaggi sempre meno subliminali ma non fanno proprio nulla per cambiare stile di vita.
Le SpA da decenni fanno uso di tecniche di programmazione neuro linguistica per vendere le loro merci, oggi, soprattutto attraverso la televisione. Edward Louis Bernays nipote di Freud fu il primo spin doctor ad usare le teorie dello zio per manipolare le masse.
I bambini diversamente dagli adulti non hanno ancora sviluppato la capacità di discernere il bene dal male, ciò che utile dall’inutile.  E’ noto che le SpA pagano ingenti consulenze a psichiatri e psicologi per studiare metodi sempre più persuasivi col fine di “entrare nella testa” dei bambini che a loro volta “costringeranno” i loro genitori a comprare quel prodotto grazie a piccoli “traumi” indotti. Eppure il codice penale parla chiaro: Circonvenzione di persone incapaci : La circonvenzione di incapace è un delitto previsto e punito dall’art.643 del codice penale. Consiste nell’abusare dei bisogni, passioni o dell’inesperienza di persona minore o in stato d’infermità o deficienza psichica, al fine di procurare a sé o ad altri un profitto. Completa la fattispecie la circostanza per cui la condotta dell’incapace deve consistere in un atto dannoso per sé o per altri. Il reo è punito con la reclusione da due a sei anni e con la multa da lire quattrocentomila a quattro milioni. Procedibilità d’ufficio, perseguibile dal Tribunale Monocratico.

Le tecniche di PNL sono sconosciute ai popoli ma ampiamente usate nel campo politico ed istruttivo. Le usano i Governi, le SpA ed i docenti universitari e purtroppo non per aiutare le persone ma per schiavizzarle. I cittadini informati si liberano “facilmente” delle “gabbie mentali”: costruite ad arte per impedire uno sviluppo libero ed autonomo delle persone, soprattutto per impedire una libera capacità di critica utile a discernere il vero del falso e compiere scelte consapevoli.

Annunci

dualità ed “etichette”

Al bar, Luigi e Nicola

Luigi: “Hei, hai visto come ha ridotto il Paese il Governo Berlusconi? Da dove avrà preso i soldi per avviare le sue aziende? E di quella sentenza su Andreotti, l’hai letta?”

Nicola: “Ecco lo sapevo sei il solito comunista.”

Al bar, Luigi e Nicola

Nicola: “Hai sentito? Membri del Governo di sinistra sono indagati nel caso dei finanziamenti europei?”

Luigi: “Ma non ci credo nemmeno se lo vedo, smettila di fare il solito fascista.”

Due cittadini, elettori che si dividono, eppure sono entrambi cittadini dello stesso Paese, accusano a vicenda i loro partiti di corruzione. Entrambi hanno ragione e sono in errore, poiché entrambi non mettono in discussione chi ha fornito loro le “informazioni” , entrambi non mettono in discussione le loro convinzioni e non comprendono quali siano i loro reali bisogni.

Essi sono stati programmati nel regalare la fiducia ai loro dipendenti eletti: Sindaci, Presidenti e parlamentari. Essi si lamentano continuamente dei politici corrotti e non guardano loro stessi allo specchio e non si pongono le domande più semplici? Conosco la Costituzione ed i miei diritti? Sono stato io a votarlo? Sono stato io a non chiedere spiegazioni durante la campagna elettorale? Perché non ho messo in dubbio la linea politica del partito? C’è qualcun altro più preparato e più onesto di quel delegato? Esiste un sistema politico-istituzionale diverso da quello odierno? Cos’è la democrazia?

Le nostre paure rappresentano le “catene” mentali da sciogliere. I sentimenti negativi sono programmi indotti nelle letture scolastiche e dai media dell’elite.

Luigi e Nicola in fondo conoscono la verità, sanno che sono complici del sistema e non ha ancora trovato il coraggio di ammetterlo a loro stessi, sanno che dovrebbero impegnarsi di più nella propria cultura personale, sanno di essere ignoranti e disinformati. Ciò che non sanno e che hanno perso la propria autostima, la fiducia, l’atteggiamento positivo che costringono le loro famiglie a vivere in una gabbia mentale creata dall’elite.

Cambiare atteggiamento verso se stessi è il primo passo verso la libertà, avere pensieri positivi e leggere le proprie esperienze in maniera diversa aiuta a vivere meglio. E’ solo la chimica della nostra mente che ci inganna guardando l’ambiente ed il mondo in maniera negativa, in questo modo aiutando l’elite che ci vuole depressi e sfiduciati.

La nostra ignoranza è un “problema” risolvibile, ed in generale non esistono problemi ma solo opportunità da prendere.