Il pareggio è un crimine contro l’umanità

I cittadini, grazie all’invenzione dell’economia del debito, all’usurpazione della sovranità monetaria e la violazione di altri diritti come la casa, il cibo e il lavoro, stanno morendo strangolati dalla religione neoliberista inventata nei think tank e applicata da individui senza scrupoli.

La recente modifica della Costituzione che introduzione l’obbligo del pareggio di bilancio è solo l’ultima volontà dell’èlite degenerata per opprimere i popoli violando i diritti fondamentali sopra citati, cioè, secondo questi individui è più importante l’aritmetica che la felicità umana.

Nella sostanza, la mentalità della criminalità organizzata, il pizzo, entra a far parte delle logiche della pubblica amministrazione violando i principi costituzionali che hanno ispirato il diritto naturale e l’etica che tutela la vita come priorità assoluta.

E’ noto che milioni di italiani non arrivano alla fine del mese, così come i Governi stanno tagliando i servizi essenziali proprio con l’invenzione dell’economia del debito, e quindi per questioni di bilancio non è possibile, secondo la religione liberista, sostenere sanità pubblica, scuola, istruzione etc. L’élite sta continuando a spostare sovranità dai popoli verso la feudale Unione Europea controlla, com’è noto dalle SpA.

Il Parlamento italiano oltre ad aver approvato l’antidemocratico Trattato di Lisbona, nel luglio del 2008 ora approva un’iniziativa europea per proseguire il percorso del nuovo ordine mondiale e la dittatura europea.

Siamo governati da individui che non hanno alcuna coscienza civica, sono manager dell’avidità a sostegno di un progetto europeo totalitario che non prevede la democrazia, e quindi non prevede la felicità dei popoli.

L’immoralità e l’inutilità della finanza e delle borse telematiche è sotto gli occhi di tutti, questi strumenti, non solo, non prevedono la democrazia rappresentativa, ma attaccano la sovranità dei popoli alla luce del sole. Su La Repubblica: “I risultati delle urne da Parigi 1, Atene 2e Berlino 3sono ancora caldi, ma i mercati non hanno fatto attendere la loro reazione: gli investitori temono che l’Eurozona non sia più in grado di mantenere i piani di austerity promessi al mercato.” Com’è noto esiste un network di SpA che controlla il “non sistema della politica”, è proprietario dei partiti e dei media più influenti, ovviamente.

Leggi anche:

Tradire la Repubblica, 24 febbraio 2012
Dittatura, avanti tutta, 12 febbraio 2012
“Emergenze”, 7 febbraio 2012
Predire il futuro della polis, 27 gennaio 2012
Non aspettativi che l’élite cambi l’Italia, 13 dicembre 2011
Il Nuovo Ordine Mondiale della finanza, 3 dicembre 2009
Usurai, 1 dicembre 2009
Finanza pubblica: tecniche di oppressione. 20 settembre 2009

Nella gigantesca truffa figlia dell’usurpazione della sovranità monetaria, ricordiamoci chi sono i creditori del debito pubblico, sono le SpA che non hanno interessi pubblici ma perseguono l’avidità:

Annunci