Rigenerare Ginosa


Il 16 maggio, grazie al gruppo MDF di Ginosa, si è svolto l’incontro sul tema “rigenerazione urbana attraverso la bioeconomia“. Lo scopo dell’incontro è stato quello di mostrare e proporre l’importanza strategica dei principi della bioeconomia all’interno del processo decisionale per il governo del territorio, cioè di proporre un cambio dei paradigmi culturali anche nell’urbanistica per uscire dalle logiche speculative e cominciare a stimolare una partecipazione dei cittadini in maniera consapevole circa le dinamiche sociali e gli interessi privati, che spesso sostituiscono l’interesse generale.

rigenerare GinosaL’ampia partecipazione a un tema apparentemente difficile suggerisce che bisogna essere ottimisti, poiché i paradigmi della società sono fuorvianti e sbagliati. Le persone sentono il bisogno di discutere su proposte radicali, su cambiamenti che riconcettualizzano i processi decisionali proponendo la partecipazione diretta attraverso strumenti che bisogna sperimentare, al fine di giungere a una sintesi politica costruita da tutti i partecipanti.

La rigenerazione urbana è un tema ormai “contemporaneo” ma esistono diverse accezioni della rigenerazione. Per MDF è importante rigenerare attraverso la bioeconomia, cioè proporre una città secondo il modello dei flussi poiché ci consente di riconoscere le risorse naturali e di usarle in maniera razionale; oltretutto è possibile associare a tale modello, il valore del disegno urbano secondo l’approccio conservativo e introdurre un’evoluzione culturale secondo la distinzione fra beni e merci, per sottrarre i beni dalle logiche mercantili.

Lo sforzo culturale dei cittadini è quello di riconoscere il rischio speculativo dall’economia e dalla giurisprudenza a danno del disegno urbano, e di approdare su un nuovo piano concettuale determinato dalle leggi della natura (fotosintesi clorofilliana, termodinamica, etc.). Solo nel nuovo piano, quello bioeconomico, riusciamo a piegare l’economia e la proprietà privata ai principi della Costituzione che tutela prioritariamente la salute, l’ambiente, il paesaggio e il patrimonio storico. Spetta ai cittadini riconoscere il valore del disegno urbano che rigenera la città partendo dall’analisi della realtà, dall’accurata osservazione dei tessuti urbani e propone una morfologia secondo la corretta composizione (cellula urbana) e secondo i bisogni reali, non più secondo i capricci e l’avidità, non più secondo il consumismo compulsivo. Un disegno urbano che propone la bellezza, il comfort urbano, l’uso razionale dell’energia, l’economia locale, il riuso e il riciclo, e la città a misura d’uomo. Ginosa ha bisogno di un Piano di Recupero del centro storico secondo l’approccio conservativo e di riutilizzare volumi e superfici esistenti ma abbandonati. Attività e vitalità spettano ai cittadini che vivono e conoscono il territorio, ma sono importanti l’uso razionale delle risorse naturali, le auto produzioni, e l’artigianato poiché sono espressione di un valore. Ginosa ha il vantaggio di essere stata costruita in un ecosistema unico, una bellezza naturale e antropica che rientra nel modello delle gravine; le sue origini, l’artigianato locale e l’impiego di nuove tecnologie sono la strada che può costruire valore grazie alla saggezza dei suoi cittadini.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...