Evoluzione …


Finalmente gli italiani stanno avviando quel processo di autoanalisi e stanno cominciando a capire che noi siamo il male del nostro paese. A mio modesto parere il “partito” di maggioranza, quello del non voto, applica un dissenso consapevole, dice: “non vi votiamo perché vi conosciamo”. Il passo successivo è organizzare il dissenso verso una proposta alternativa, cosa più complicata. Questo “partito” che non c’è dovrebbe chiedersi cosa vuole per l’Italia. Questo “partito” può trovare risposta o nell’auto organizzazione, o nel cambiamento radicale dell’attuale offerta politica.

Tutti i giorni possiamo assistere all’involuzione ed alla nostra regressione politica. Se dal dopo guerra in poi la politica è stata attività per pochi, oggi sempre più persone ricevono notizie politiche, quasi sempre distorte e poco veritiere, e sempre più persone vorrebbero partecipare al processo politico, spesso non per altruismo ma per egoismo. C’è anche quella parte di società che esprime il proprio dissenso con un referendum abrogativo, una parte decisamente maggioritaria, ma che, ahimé, pesa meno dei galoppini. I cittadini sono sommersi di “notizie” e da medium di massa, ma nonostante tutto ci stiamo accorgendo quanto la società sia ricca di galoppini leccapiedi pronti ad assecondare i capricci del proprio padrone arrivando persino all’idolatria religiosa, pur di apparire, pur di usurpare ruoli e funzioni, pur di campare, o credere di far parte di qualcosa, questo è il tipico comportamento di personalità problematiche, e di chi intende usurpare ruoli nelle istituzioni procurando danni maggiori alla società stessa a causa delle proprietà instabilità e scarsa lucidità mentale.  Poi c’è quella società che ha deciso di non occuparsi del bene comune lasciando spazio in politica a categorie di individui inadeguati. Tutti noi abbiamo la straordinaria opportunità di vedere tutto ciò e riflettere come cambiare. Le crisi morali sono opportunità per riflettere e per agire diversamente dal passato. Possiamo cambiare per migliorarci è nelle nostre opportunità di scelta. Stiamo scoprendo l’acqua calda, la polis non può trasformarsi in res privata per risentimenti, odio, rivalità o per spettacolo, la res pubblica è di tutti, ma oggi non è per tutti e soprattutto non riesce a far emergere i capaci ed i meritevoli tenuti nascosti da una società ingiusta poiché noi siamo ingiusti.

Qui il nostro governo favorisce i molti invece dei pochi: e per questo viene chiamato democrazia. Qui ad Atene noi facciamo così. Le leggi qui assicurano una giustizia eguale per tutti nelle loro dispute private, ma noi non ignoriamo mai i meriti dell’eccellenza. Quando un cittadino si distingue, allora esso sarà, a preferenza di altri, chiamato a servire lo Stato, ma non come un atto di privilegio, come una ricompensa al merito, e la povertà non costituisce un impedimento. […] Qui ad Atene noi facciamo così. Ci è stato insegnato di rispettare i magistrati, e ci è stato insegnato anche di rispettare le leggi e di non dimenticare mai che dobbiamo proteggere coloro che ricevono offesa. E ci è stato anche insegnato di rispettare quelle leggi non scritte che risiedono nell’universale sentimento di ciò che è giusto e di ciò che è buon senso. Qui ad Atene noi facciamo così. […] Un uomo che non si interessa allo Stato noi non lo consideriamo innocuo, ma inutile; e benchè in pochi siano in grado di dare vita ad una politica, beh tutti qui ad Atene siamo in grado di giudicarla. (Pericle, discorso agli ateniesi, 416 a.c.)

Prima ci auto processiamo e prima prenderemo la strada della normalità.

Annunci

Un pensiero riguardo “Evoluzione …”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...