Crack parmalat, ecco i poteri forti: gli usurai


Facciamo un passo indietro quando anni fa, un coordinamento di associazioni e comitati tentarono di introdurre la vera Class action in Italia, in quegli anni vi era il Governo Prodi e il centro sinistra presentò ben 8 disegni di legge (DDL), di cui 4 proponevano una vera class action mentre gli altri 4 erano solo una truffa politica. Quel Governo introdusse il nulla e poi il Governo Berlusconi introdusse uno dei 4 DDL farsa.

Dopo anni, i tribunali italiani assolvono le banche sul crack Parmalat mentre già nel 2008 presso il Tribunale di New York gli azionisti americani truffati dalla Parmalat con l’aiuto delle banche che vendevano bond di un’azienda già fallita, ripeto gli azionisti americani potevano compilare un modulo per ricevere il risarcimento del danno grazie alla class action, quella che Prodi e Berlusconi hanno evitato, accuratamente, di introdurre anche in Italia, cioè la class action col danno punitivo. Quindi per uno stesso comportamento, cioè un reato, le banche coinvolte e la Parmalat SpA hanno risarcito il danno in via stragiudiziale, ammissione di colpa, mentre in Italia le banche sono state assolte e la Parmalat SpA condannata. Ripeto, in Italia, una SpA può truffare con serenità perché nessuno potrà colpire il suo capitale accumulato mentre negli USA grazie alla vera class action i cittadini truffati nel giro di pochi mesi ricevono il rimborso del danno.

3 pensieri riguardo “Crack parmalat, ecco i poteri forti: gli usurai”

  1. […] fatichiamo a sostituire l’amianto nelle scuole“. Poi, non dimentichiamo come i Governi si sono opposti all’introduzione della vera class action che toglie capitali a chi inquina e uccide senza avviare processi nei Tribunali. Questi esempi […]

Rispondi a Rischio dittatura « Il Malpaese Cancella risposta

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...