Eliminare gli sprechi energetici nell’edilizia


diagnosi energetica

‘Certificazione e qualificazione energetica’ è un tema, finalmente, odierno. Molti Enti territoriali hanno già deliberato e gli altri lo stanno facendo. Al di là del discorso tecnico manca ancora una comunicazione chiara, semplice ed efficace degli Enti verso i cittadini per condividere l’argomento del risparmio energetico. certificazione energeticaPurtroppo ci sono, anche, palesi conflitti di interesse fra ex-municipalizzate che guadagnano sui consumi energetici (comportamenti viziosi), e la concreta applicazione della qualificazione energetica (comportamenti virtuosi). L’assenza di questo dibattito fra i cittadini, piena responsabilità politica dei rappresentanti eletti e delle categorie professionali, va contro l’interesse pubblico. Esiste un modo molto concreto per iniziare a risparmiare ed, è sufficiente volerlo applicare ed organizzarsi, per ristrutturare il patrimonio edilizio esistente senza che i cittadini spendano un soldo di tasca propria. E’ sufficiente finanziare la ristrutturazione con i soldi che oggi buttiamo per mezzo degli sprechi energetici. Ad esempio, se in un condominio degli anni ‘70 di cinque piani, con quattro appartamenti per piano, con riscaldamento centralizzato si pagano 24mila euro/annui per l’energia necessaria a scaldare gli ambienti, il condominio può usare questi soldi per finanziare la ristrutturazione eliminando tutti gli sprechi energetici dovuti all’assenza di materiale coibente nei muri perimetrali e di ‘finestre idonee’. il progetto sostenibile 21Infatti, impiegando il materiale assente nelle strutture edilizie la domanda di energia per scaldarsi diminuisce e quella necessaria può essere prodotta dal sole con l’aiuto delle tecnologie odierne (motore magnetico, fotovoltaico, geotermia, eolico). Questa semplice applicazione di buon senso e con gli aiuti finanziari (conto energia) oggi è possibile elaborare un progetto di massima e farlo finanziare a carico dalle ESCo (Energy Service Company) che guadagno gestendo gli impianti e dal contratto del conto energia con il GSE. I condomini non impiegano soldi propri e si vedono rivalutare gratuitamente il proprio bene immobile. Lo scandalo è nel fatto che i rappresentanti eletti non fanno nulla per incentivare e sostenere questa politica virtuosa. I Sindaci ed i Consigli comunali possono deliberare milioni di euro a fondo perduto, per una percentuale dell’intervento preventivato, a sostegno di un progetto generale per ristrutturare il patrimonio edilizio pubblico e privato. E ad ‘area vasta’, cioè nelle provincie, scelte virtuose di questo tipo incidono seriamente sui consumi energetici nazionali facendo ridurre sensibilmente la domanda di energia e la dipendenza dello Stato da società SpA estere. Insomma tutti traggono un vantaggio tranne chi guadagna sugli sprechi e, chi non fa un uso razionale dell’energia non applica l’interesse pubblico ma quello solo quello privato delle SpA di turno. Operazioni virtuose a vasta scala sono in corso d’opera in Germania e in Spagna, dove hanno trovato lavoro centinaia di migliaia di persone. Invece in Italia l’edilizia è rimasta vincolata agli interessi economici dei piano urbanistici speculativi per rubare suolo agli spazi verdi attrezzati ed agricoli. Insomma gli interessi delinquenziali prevalgono sui virtuosismi e la corretta gestione dei suoli.

Fonte: Zeitgeist the movie. Nella nostra cultura siamo stati abituati a risaltare le differenze individuali. Quindi guardate ciascuna persona e l’osservazione immediata è: “Più brillante, più stupido, più vecchio, più giovane, più ricco, più povero di me”. Facciamo queste distinzioni di tipo dimensionale, inseriamo le persone in categorie e le trattiamo di conseguenza. E così vediamo gli altri individui solamente come diversi da noi, diversi secondo il modo in cui li abbiamo separati. E uno dei più incredibili aspetti dell’esperienza è di stare con un’altra persona e di notare all’improvviso gli aspetti in comune, non quelli differenti. E di sperimentare nei fatti che l’essenza che è in te e l’essenza che in me sono, in realtà, la stessa. Il comprendere che non c’è nessun “altro”. E’ un tutt’uno. Non sono nato come Richard Albert, sono nato come essere umano, poi ho imparato chi sono, se sono buono o cattivo, capace o meno… tutto questo si impara lungo il cammino.

Quando la forza dell’amore, supererà l’amore di potere, il mondo conoscerà la pace. (Jimi Hendrix)

Visit X09.eu

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...