Senza parole, Stato di Polizia/2: De Gennaro all’opera


In Campania continua la terapia shock, violazione di sovranità continuata – c’è ancora il Commissariato – e violenza su cittadini inermi. Questa è la terapia “concertativa” dello Stato “civile” del dipendente De Gennaro, sotto il supremo comando della Presidenza del Consiglio Romano Prodi. “Piccola nota democratica” nessuno di loro (Prodi e De Gennaro) è un rappresentante eletto dal popolo sovrano. Dopo Serre tocca a Savignano Irpino.

“Poliziotti” pagati con i soldi dello Stato, i nostri soldi, usano violenza su liberi cittadini intenti a manifestare, a dialogare circa il Piano rifiuti di De Gennaro (pagato sempre noi). Ciò che si vede nel video è un gravissimo reato penale da perseguire legalmente, individuando tutte le responsabilità; cominciando da Romano Prodi che ha nominato De Gennaro.

Questi pesanti crimini si aggiungono a quelli di Serre, a quelli di Acerra, ed all’intera vicenda legata alla violazione di sovranità e delle autonomie locali, dato che, da più di 14 anni, manca la gestione ordinaria, e le Province non hanno potuto redarre i Piani Provinciali private della gestione diretta dei rifiuti.
diffondi

Annunci

3 pensieri riguardo “Senza parole, Stato di Polizia/2: De Gennaro all’opera”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...