Senza parole, Stato di polizia!


età dei dirittiL’ennesima violenza sul popolo sovrano. La responsabilità di queste azioni di violenza hanno nome e cognome: Guido Bertolaso sotto incarico del Presidente del Consiglio Romano Prodi. L’articolo 1 della NOSTRA Costituzione decanta:

1. L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

2. La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.

24. Tutti possono agire in giudizio per la tutela dei propri diritti e interessi legittimi.

La difesa è diritto inviolabile in ogni stato e grado del procedimento.
Sono assicurati ai non abbienti, con appositi istituti, i mezzi per agire e difendersi davanti ad ogni giurisdizione.
La legge determina le condizioni e i modi per la riparazione degli errori giudiziari.Democrazia=governo del popolo, non di Prodi e Bertolaso.

La sovranità è del popolo, non di Prodi e Bertolaso.

Ma sono responsabili di questo schifo anche tutti i Sindaci della Campania e tutti i Presidenti dei Consorzi deputati alla raccolta differenziata, che in questi anni non hanno fatto niente. L’atto politico più bello sarebbe quello di fare ognuno il proprio dovere, da domani mattina, da subito. Il primo passo è attuare la raccolta differenziata porta a porta in tutti i Consorzi. Cosa ci mettono in discarica se si differenzia tutto? Poco o nulla di nocivo. L’obiettivo deve essere il Piano Rifiuti Zero, ed i Consorzi possono attuarlo senza problemi, senza alibi, che cavolo hanno fatto in questi anni? Pagati e stipendiati da noi. Sono tutti nostri dipendenti, i poliziotti che hanno picchiato liberi cittadini, i Consorzi, Bertolaso e Prodi sono nostri dipendenti. Vanno tutti processati per violenza e percosse al popolo sovrano, hanno violato la Costituzione, e privato i cittadini delle loro libertà fondamentali.

In questo caso ci vuole un’azione legale di risarcimento del danno da chiedere ai Sindaci, ai Consorzi e Bertolaso, ed ai poliziotti che hanno usato violenza, hanno tutti responsabilità dirette. E sarebbe meglio farlo con un’azione legale collettiva (Class Action) da introdurre immediatamente.

Repubblica democratica: forma di governo nella quale tutte le cariche pubbliche, compresa quella che rappresenta l’unità nazionale (Capo dello Stato), si riconducono direttamente o indirettamente alla volontà e al consenso del popolo come loro unica fonte.

Sovranità: potere supremo di governo. Appartiene esclusivamente al popolo nella sua globalità e non più a Dio (concezione teocratica) o al monarca (concezione dinastica), ma può essere esercitato soltanto nei modi e nelle forme previste dalla Costituzione.
Cittadino: individuo che appartiene ad un determinato Stato ed è titolare dei diritti di partecipazione politica (che si esercitano secondo il suo ordinamento) e dei relativi obblighi

Popolo: insieme di individui, titolari esclusivi della sovranità e legati allo Stato da un rapporto di cittadinanza, che convivono in un determinato territorio sotto la potestà d’un governo retto da un ordinamento giuridico originario, indipendente ed autonomo da essi voluto.

Diritti inviolabili dell’uomo: esprimono le libertà e i valori fondamentali e irrinunciabili della persona umana. Le pubbliche autorità possono solo limitarne temporaneamente l’esercizio (col rispetto di precise garanzie), ma non sopprimerli, pena il sovvertimento dell’assetto costituzionale. Essi costituiscono sia una sfera intangibile della persona che un limite invalicabile per il legislatore. Sono, inoltre, inalienabili e non possono essere oggetto di rinuncia o perdita per mancato esercizio.

Interessi legittimi: consistono in posizioni di vantaggio nei confronti di una pubblica amministrazione (verso la quale però, si noti, si può anche avere un diritto), e sono tutelabili in giudizio solo se sussista e debba essere tutelato un corrispondente e superiore interesse pubblico.

Annunci

4 pensieri riguardo “Senza parole, Stato di polizia!”

  1. si continua a parlare di rifiuti, di discariche…ma non si cresce mai perchè non si vuole crescere…dov’è la raccolta differenziata in Campania?A Serre c’è lo ZERO %, è una vergogna che un comune che si batte x l’ambiante in tanti mesi non sia stao in grado di iniziare un progetto serio e REALE di raccolta differenziata!
    E’ vergognoso ke si canti vittoria quando per aprire l’ennesima discarica di Macchia Soprana siamo costretti a tagliare alberi di macchia mediterranea, gli ambientalisti che lottano per un albero in Amazzonia dove sono??Dove sono i Verdi?tutti si tengono stretti la loro poltrona, in primis il ministro Pecoraro che per l’ambiente per la questione rifiuti in Campania non è stato neanche capace di dimettersi!!
    Purtroppo qst situazione è tragica ma la COLPA, la RESPONSABILITA’ di tutto ciò è della politica campania REGIONALE;PROVINCIALE e LOCALE…che tanto promette e nulla fà!
    E mi chiedo e vi chiedo se è un caso che siamo in mano ad una classe politica di sinistra che da anni si paga sulle nostre teste, loro lo stipendio lo prendono con i soldi delle nostre tasse e poi…cosa fanno?dove sono? a Serre come a Villaricca come a Terzigno, come a napoli…sono i primi dinanzi alle telecamere, ma nei fatti??deve essere la volontà di voltare pagina, volontà che si realizza con FATTI concreti come la differenziata…
    E’inutile la spazzatura riclicata è un guadagno, io da campana mi sento offesa dalla politica pensano che siamo stupidi e non sappiamo dividere la munnezza in due o + buste come fanno a Torino?!
    Inoltre sono delusa e amareggiata dalle ultime elezioni perchè finchè la gente continuerà a votare a Sinistra a Bassolino & C. non si cambierà nulla, ma si apriranno solo nuove discariche.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...